Conferenza sulla protezione del bestiame: 500+ partecipanti

La prima conferenza multilingue sulla protezione del bestiame alpino si è svolta online il 26 gennaio. Con questa conferenza è iniziato ufficialmente il progetto LIFEstockProtect. In totale, quasi 500 partecipanti si sono uniti all’evento e molti altri ci hanno seguiti dalla nostra pagina Facebook. Un grande successo! Grazie alla traduzione simultanea della conferenza – tedesco, italiano, inglese – hanno potuto partecipare persone da tutta Europa. Quattro professionisti della protezione del bestiame – allevatori provenienti dall’Italia, dall’Austria e dalla Germania – hanno condiviso le loro esperienze e competenze nella protezione del bestiame. Il pubblico è stato molto coinvolto dal contenuto della conferenza e ha posto molte domande. Per concludere la splendida giornata, il team di LIFEstockProtect ha anche accolto 55 giornalisti in una conferenza stampa online.

I relatori: allevatori esperti

Il progetto LIFEstockProtect è unico perché è un progetto di, per e con organizzazioni agricole. Le organizzazioni coinvolte, in prima linea BIOAUSTRIA Niederösterreich und Wien come beneficiario coordinatore, lavorano per la protezione del bestiame nella regione alpina di lingua tedesca Pertanto, anche la prima di quattro conferenze sulla protezione del bestiame ha avuto un focus molto pratico. I presentatori hanno condiviso le loro esperienze riguardo alla protezione del bestiame e hanno fornito preziose informazioni sul perché e come la protezione del bestiame è la via da seguire per convivere con i grandi carnivori.

René Gomringer dalla Baviera, ex direttore dell’associazione degli allevatori di pecore, ha raccontato al pubblico le sfide legate all’introduzione di misure di protezione del bestiame e come ciò ha portato alla sua decisione di fondare lo Schafbüro. Attualmente, lavora come consulente per altri allevatori sul tema della protezione del bestiame. La sua esperienza è un valore aggiunto per il progetto. In seguito, Fabio Boni ha condiviso la sua esperienza di lavoro insieme a volontari per proteggere il bestiamenell’ambito del progetto Pasturs. È stato interessante ascoltare le sue riflessioni sul lavoro di un pastore in Italia, sulle sfide che ne derivano e su quanto possono essere utili i volontari.

Infine, l’allevatore di pecore Walter Schmiedhofer dalla Stiria in Austria e il pastore Thomas Schranz dal Tirolo hanno condiviso le loro prospettive sulla protezione del bestiame. Walter ha appena iniziato a mettere in pratica misure di protezione, mentre Thomas ha già sperimentato alcune tecniche e ha lavorato con volontari I loro punti di vista diversi ma concordi sull’importanza di misure di protezione efficaci hanno completato una conferenza di successo.


Numeri impressionanti e feedback positivo


In totale hanno partecipato alla conferenza più di 500 persone da tutta Europa. . Il live-streaming della conferenza su Facebook ha consentito di raggiungere 5200 ascoltatori aggiuntivi. Naturalmente, la maggior parte dei partecipanti proveniva da Austria, Italia e Germania. Tuttavia, più di un terzo si è unito da altri 26 paesi tra cui Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Grecia, Stati Uniti e persino Islanda!

Il team di LIFEstockProtect ha interagito con il pubblico tramite una sessione di domande e risposte, rispondendo a più di 200 domande in tedesco, italiano e inglese. Le domande si sono concentrate principalmente sugli aspetti pratici della protezione del bestiame. Il pubblico ha chiesto consigli, ulteriori informazioni sui corsi di formazione sulla protezione del bestiame e si è persino offerto di collaborare al progetto. Questo ci ha rassicurato sul fatto che il tema della protezione del bestiame è più importante che mai e che gli stakeholder del progetto, e anche il pubblico in generale, apprezzano molto eventi come questo.

Dopo la pausa pranzo, l’intero team di LIFEstockProtect ha risposto a tutte le domande in sospeso nella conferenza stampa. 55 giornalisti e persone interessate hanno potuto porre domande specifiche sul progetto e sulle regioni di intervento. Ciò ha portato naturalmente a molta copertura da parte della stampa. Puoi trovare i migliori articoli nella nostra sezione notizie qui.

Ti sei perso la conferenza? Puoi guardare la registrazione sul nostro canale Youtube e puoi scaricare le presentazioni dei relatori e le domande e risposte qui:

LIFEstockProtect overview
Thomas Schranz
Walter Schmiedhofer
René Gomringer
Q&A Livestock Protection Conference

Alla fine, i partecipanti hanno anche espresso un loro feedback positivo sull’evento e su come è stato organizzato. Ciò conferma che gli sforzi per offrire la traduzione simultanea sono stati ripagati e che non sarà l’ultima conferenza online che LIFEstockProtect organizzerà. Di seguito condivideremo con voi il feedback che abbiamo:

Congratulations on the webinar and the translation. I hope to be able to watch the next one.” Gloca C. (Portugal)

„Vielen Dank für die Konferenz, war sehr informativ und sehr gut geführt.“ Marco S.

„Meinen Glückwunsch zur gelungenen Konferenz. Es war gut zu sehen, dass es technisch möglich ist, eine Präsenzveranstaltung in gleichwertiger Umsetzung als Videokonferenz durchführen zu können.“ Michael G.

„Danke für die spannende Konferenz! Weiter so! Viel Erfolg!“ Mirjam S.

„Ich bedanke mich für die Konferenz und die möglichkeit das alle Interessierten daran öffentlich teilnehmen durften. Auch wenn natürlich aufgrund der Komplexität des Herdenschutzes nicht alle Fragen beantwortet werden konnten war der Einblick sehr informativ. Auch die Moderation sowie die Dolmetscherfunktion war sehr gut. Würde mich auf weitere Aktivitäten dieser Art u.a. sehr freuen. Liebe Grüße aus Norddeutschland und einem Wolfsgebiet.” Anja F.

“Danke für die interessante Konferenz! Freue mich auf mehr Infos aus dem Projekt und bin gespannt auf eure Erfahrungen.” Marion E.

“Vielen Dank für den interesannten Vormittag! Kompliment an die Organisation! Ich freue mich auf die nächsten 5 Jahre. Grüße aus den Niederlanden.” Andrea E.

“Good luck with your work – we hope to include some good results in Carnivore Damage Prevention News.” Robin R.

“Vielen Dank an alle Organisatoren und Beitragendenden!” Carol G.

“Als heutiger Teilnehmer möchte ich an alle Vortragenden und an die Ausrichter ein großes Lob aussprechen! Danke!” Harald R.

“Das war sehr spannend und interessant, vielen Dank fürs Teilen.“ Jolanda T.

Rimani aggiornato con la nostra Newsletter!

LIFEstockProtect alla conferenza sulla protezione del bestiame a Salisburgo

Dal 21 al 23 gennaio il team di LIFEstockProtect sarà presente alla conferenza sulla protezione del bestiame del progetto LIFE Eurolargecarnivores e sarà disponibile per domande e risposte.

La conferenza sulla protezione del bestiame si svolgerà dal 21.01 al 23.01.2020 a Heffterhof, Salisburgo. Durante i tre giorni dell’evento, molti relatori si occuperanno ampiamente della protezione del bestiame.

I partecipanti potranno saperne di più al riguardo dei seguenti argomenti:

  • Esempi pratici di protezione del bestiame
  • Influenza delle recinzioni sui lupi, sugli animali al pascolo e sugli animali selvatici
  • Finanziamento da parte dell’UE e degli Stati membri
  • Misure alternative per la protezione del bestiame
  • Cani da pastore per la protezione del bestiame
  • La vita professionale quotidiana e la formazione dei pastori
  • Gestione dei pascoli

Il programma completo della conferenza:

[3d-flip-book mode=”fullscreen” urlparam=”fb3d-page” id=”207″ title=”false”]

Wenn Sie Interesse an Herdenschutz haben und das Projekt unterstützen möchten, laden Sie bitte eine Unterstützungserklärung (vorzugsweise auf Englisch) herunter und schicken Sie diese ausgefällt an info(at)lifestockprotect.info.

Filmando la protezione del bestiame in Austria e in Italia

All’inizio di settembre, il team della European Wilderness Society era sul campo con una troupe televisiva tedesca in Tirolo e nell’Italia centrale per girare un nuovo documentario di Hannes Jaenicke. La troupe televisiva, accompagnata da due rinomati attori, ha realizzato un documentario sulle sfide riguardanti il ritorno dei lupi e la protezione del bestiame. Il documentario andrà in onda nella primavera del 2021 sul canale tedesco ZDF.

Per ulteriori informazioni:LIFEstockProtect Kick-Off Meeting

La protezione del bestiame nelle Alpi

La prima tappa è stata Tösens in Tirolo, una regione che ha recentemente confermato la presenza di otto lupi. Il Tirolo è caratterizzato da montagne ripide e aspre, dove si pratica ancora l’allevamento intensivo del bestiame. Molti allevatori hanno uno o più branchi di animali, come pecore, capre e mucche, che, durante la stagione estiva, trascorrono la maggior parte del loro tempo inegli alpeggi. A causa della presenza dei lupi, è importante che gli agricoltori dispongano di misure di protezione efficaci per evitare le predazioni e la perdita di capi da parte dei lupi. Insieme alla troupe televisiva, abbiamo filmato come gli agricoltori locali usano diversi modi per proteggere il loro bestiame.

La ricerca sui lupi in Italia

Nel Parco Nazionale della Majella, in Italia centrale, esiste una delle popolazioni più dense di lupo appenninico. Il parco, con una superficie di 750 chilometri quadrati, ospita circa 100 lupi divisi in 10 branchi diversi. I lupi sono sempre stati presenti nella zona, quindi la gente del posto è abituata a vivere accanto a loro. Insieme alla troupe televisiva, il team dell’EWS ha osservato come nel Parco Nazionale della Majella, che è anche uno dei membri storici della European Wilderness Network, stia svolgendo ricerche sul lupo.

I lupi della Majella sono eccellenti nella caccia alla fauna selvatica, soprattutto cinghiali e cervi. Solo in rare occasioni i lupi predano una pecora o una capra, di solito a causa di una protezione insufficiente. I ricercatori della direzione del parco ci hanno spiegato come svolgono le ricerche per studiare l’interazione della fauna selvatica con i lupi, e molti altri argomenti interessanti.

X
X
X
X