Ricco scambio di conoscenze alla giornata dei pastori in Alto Adige

This post is also available in: Tedesco Inglese

Dopo una lunga attesa, l’11.11.2021 si è svolta la Giornata del Pastore presso il centro di competenza di Salern, in Alto Adige. La conferenza si è concentrata sulla pastorizia e sulla rivalutazione di questa professione nel contesto della protezione delle greggi e del ritorno dei predatori. Ed è stato presentato anche il nostro progetto LIFEstockProtect.

Un pastore e due donne pastori hanno raccontato dalla loro vita quotidiana – le gioie ma anche le sfide del loro lavoro: soprattutto il maltempo e la nebbia, così come il lavoro necessario per montare i recinti, richiedono molta energia ai pastori. Sui pascoli alpini, ci sono anche conflitti con escursionisti e turisti che scavalcano o rimuovono le recinzioni o si avvicinano troppo al gregge.

Pastori e molto di più

Oltre ai pastori stessi, anche altre persone coinvolte nel tema dell’alpeggio e dell’allevamento hanno contribuito. Martina, una studentessa de al scuola di Salern ha trascorso l’estate come pastorella e ha raccontato le sue esperienze. Un allevatore di montagnai ha espresso il suo timore di dover rinchiudere i suoi animali in stalla se ci fossero avvistamenti di predatori. Allo stesso tempo, ha chiesto una maggiore iniziativa da parte degli allevatori per proteggere i propri animali e promuovere la professione dei pastori per il futuro. Erich, pastore su una delle montagne più impegnative dell’Alto Adige, ha mostrato intuizioni sorprendenti sul suo lavoro su pendii ripidi e con i cani. Prima della pausa, Astrid Summerer ha concluso con le sue descrizioni della transumanza in Friuli.

Un gruppo d’azione che è già attivo oggi in Alto Adige per dare voce alla pastorizia è l’AG Weidekultur. L’obiettivo centrale del gruppo d’azione è quello di riunire le competenze di diversi gruppi di persone, come botanici, veterinari, pastori e molti altri, al fine di avviare azioni per sostenere i pastori e la reintroduzione del pascolo guidato per curare e preservare la biodiversità e il paesaggio alpino montano. Un consulente dell’amministrazione provinciale ha presentato lo stato attuale della protezione delle greggi in Alto Adige. Secondo lui, siamo ancora all’inizio, ma la protezione delle greggi può essere un’opportunità per preservare i pascoli alpini in futuro. Particolare enfasi è stata posta sull’importanza dei animali come le pecore e le capre per curare e preservare il pascolo – la conoscenza sul pascolo guidato con divers specie animali è stata persa in molti luoghi. Adesso queste conoscenze devono essere recuperata al più presto. Proteggere tramite curare.

Leggi di più sul pascolo guidato in LIFEstockProtect qui.

Arriva il corso di formazione per pastori!

Belle notizie anche dalla scuola di Salern. Il corso di formazione per i pastori inizia a febbraio. Il corso si completa con un esame e un certificato riconosciuto – cioè il lavoro del pastore è di nuovo iscritto per la prima volta nel registro degli elenchi professionali. Un passo molto importante nella direzione giusta!

Il corso ha diversi focus tematici- tra gli altri, il benessere degli animali, la protezione del gregge e la gestione dei pascoli – in totale comprende 110 ore. Se possibile, sono programmate anche due escursioni. I moduli sulla costruzione dei recinti, i cani da guardiania e cani da pastore saranno gestiti da esperti di LIFEstockProtect. Chiunque sia interessato può partecipare. interessato? La registrazione è ancora possibile fino a gennaio, ma i posti si stanno riempiendo velocemente!

Autore: Jasmin Clare

Rimani aggiornato con la nostra Newsletter!

Author

Rispondi

X
X
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: