News update marzo 2021

This post is also available in: Tedesco Inglese

Mentre la nuova stagione di pascolo sta per iniziare per molti agricoltori, anche il team LIFEstockProtect si sta preparando a dei mesi primaverili ed estivi movimentati. Tuttavia, prima di poter iniziare a visitare le aziende per renderle centri di competenza o pianificare i corsi di formazione per la protezione del bestiame, abbiamo dovuto finalizzare un paio di azioni preparatorie. Nel frattempo, la parte teorica degli addestramenti per cani da fiuto è iniziata online.

Dagli stakeholder ai cani da fiuto

A marzo abbiamo raggiunto importanti traguardi: innanzitutto il team responsabile della ricerca sugli stakeholder ha finalizzato la raccolta dei dati. In totale, la Commissione ha identificato più di 380 stakeholder provenienti da 32 gruppi di interesse. Questa banca dati sosterrà la comunicazione mirata e il coinvolgimento di tutte le parti interessate nel progetto. Inoltre, sono iniziate le sessioni teoriche dell’addestramento per i cani da fiuto: si sono tenute 3 sessioni di formazione teorica sull’orientamento sul campo, i principi dell’addestramento e gli elementi di ricerca. Circa 60 persone hanno partecipato ai corsi di formazione, in parte nell’ambito del progetto LIFEstockProtect. Queste sessioni saranno alla base dei corsi pratici che si svolgeranno non appena le normative Covid19 lo permetteranno.

Volontari a sostegno di pastori e allevatori nel 2022

Come parte del progetto, istituiremo una rete di forza lavoro volontaria. Per fare ciò, abbiamo dovuto prima decidere la struttura della nostra rete, la sua portata e logistica. Pertanto, a marzo abbiamo tenuto due fruttuose riunioni interne, arrivando alla definizione di un piano d’azione su come procedere. In sostanza, divideremo la rete in due gruppi distinti: aiuto a breve termine (1-2 giorni) e supporto a lungo termine (2 settimane – 3 mesi) per i pastori che hanno bisogno di costruire recinzioni, gestire le mandrie e controllarle durante il giorno e la notte. Per la rete di supporto a lungo termine possiamo basarci sulla conoscenza del ben funzionante progetto Pasturs, coordinato dal beneficiario di LIFEstockProtect ELIANTE.

La Volunteer Network Force inizierà nel 2022, concentrandosi ovviamente sulla regione del progetto in Baviera, Austria e Alto Adige. Tuttavia, avvieremo un paio di attività pilota di volontariato per testare l’iniziativa pianificata. La prima attività pilota di questo tipo si è svolta nel settembre 2020 in Tirolo, dove quattro volontari motivati hanno sostenuto un pastore per 3 settimane. Una delle foto scattate a settembre sarà esposta sulla Heldenplatz di Vienna come parte di una mostra per mostrare gli sforzi di volontariato in Austria.

I centri di competenza per la protezione del bestiame si riuniranno presto

Un’altra pietra miliare raggiunta in questo mese è stato il completamento dell’ideazione e il piano economico dei centri di competenza per la protezione del bestiame. Poiché molte aziende agricole della Baviera, dell’Austria e dell’Alto Adige hanno già contattato il progetto, stiamo organizzando un evento informativo virtuale per conoscere gli interessati. Lì presenteremo il progetto, le possibilità e le esigenze di un Centro di competenza e risponderemo a tutte le domande in sospeso. Naturalmente, condivideremo i risultati della riunione in seguito.

Le news su LIFEstockProtect nel mese di marzo 2021

24/03/2021 BR24

Serie televisiva “Spürnasen für die Umwelt” su Ö1: Der Biologe Leopold Slotta-Bachmayr spricht über die Arbeit mit Naturschutzhunden

TV Bayern LIVE – Intervista a Uwe Friedel von Bund Naturschutz Bayern

Rimani aggiornato con la nostra Newsletter!

Author

Rispondi

X
X
X
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: