Protezione del bestiame – una questione d’onore!

Cosa sarebbe la società senza volontari? Fermano gli incendi, si prendono cura di chi ha bisogno e supportano la società svolgendo lavori fisicamente impegnativi. Con la mostra Ehrenamt, inaugurata l’11 maggio a Heldenplatz di Vienna, l’attenzione è rivolta a tutti coloro che contribuiscono con il loro impegno a migliorare importanti aspetti sociali, culturali e organizzativi della nostra società. La mostra sarà in visibil per tutto il 2021 e porterà con sé emozioni, esperienze, gioia, apprendimento e molto altro, ruotando intorno al mondo del volontariato. La mostra include anche una foto di LIFEstockProtect, che attirerà l’attenzione sul grande lavoro svolto da tutti i volontari per una protezione del bestiame.

Volontari come aiutanti attivi

La protezione del bestiame in località alpine pone un grande sforzo a coloro che garantiscono la conservazione di questo paesaggio culturale secolare gestendo gli alpeggi. Al fine di fornire un’adeguata protezione del proprio bestiame contro i grandi predatori, il materiale di recinzione deve essere trasportato dalle valli. Questo è possibile solo parzialmente con il supporto motorizzato come auto, quad o funivie. L’ultimo tratto di solito deve essere percorso grazie alla sola forza muscolare. Una volta raggiunto questo obiettivo, le recinzioni devono ancora essere costruite correttamente, con grande sforzo.

Tuttavia, costruire recinzioni non è l’unico compito per i volontari. Controlli regolari per i danni e la riparazione sono una buona opportunità per molti di trascorrere l’estate in alpeggio. Soprattutto le associazioni naturalistiche si prendono volontariamente cura dei cani di protezione della mandria o accompagnano come pastori e pastorelle una mandria per osservarli. Senza il grande impegno delle persone che si offrono volontari qui, molti allevatori andrebbero persi e non sarebbero in grado di superare queste sfide.

Ciò rende ancora più importante che sempre più volontari impegnati siano disposti a sostenerli. Attuando misure per una protezione efficace delle allevabili, esse contribuiranno in modo significativo alla conservazione dell’agricoltura alpina, e quindi anche del paesaggio alpino con la sua abbondanza di specie uniche, nel terreno alpino. Si godono l’impressionante paesaggio stesso. In LIFEstockProtect, stiamo già costruendo una rete di supporto volontario, che inizierà nel 2022 e consisterà in incarichi a breve e lungo termine di persone impegnate.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: