Presentazione di LIFEstockProtect durante la seconda parte del LIFE19 Welcome Meeting

This post is also available in: Tedesco Inglese

La seconda sessione del LIFE19 Welcome Meeting si è svolta questa settimana con più di 200 partecipanti. A questo incontro, organizzato da EASME e NEEMO, hanno partecipato sia il beneficiario coordinatore BIO AUSTRIA Niederösterreich & Wien che la European Wilderness Society. Durante questo incontro, i beneficiari coordinatori dei progetti LIFE appena approvati sono stati invitati a presentarsi reciprocamente e a familiarizzare con l’Agenzia EASME che coordina il programma LIFE per conto della Commissione europea.

Per ulteriori informazioni: Partecipazione al LIFE 19 Welcome Meeting

In attesa del prossimo periodo LIFE

Il 2020 segna l’ultimo anno dell’attuale periodo di finanziamento dei progetti LIFE. Il programma è attualmente in fase di revisione da parte di esperti e nel prossimo futuro verrà pubblicato. Nei discorso di apertura, Angelo Salsi (EASME) ha condiviso alcuni interessanti dettagli e risultati dei progetti LIFE finanziati dal programma LIFE. È seguita poi la presentazione di Frank Vassen della Direzione Generale Ambiente – Unità Natura. Vassen ha fornito informazioni sui piani della Commissione europea relativi alla nuova strategia dell’UE per la biodiversità 2030 e su quali nuovi temi saranno importanti nei prossimi anni.

Presentando il nostro progetto agli altri progetto LIFE

Dopo queste prime presentazioni, i partecipanti si sono ritrovati nelle sale riunioni per presentare i propri progetti agli altri. Il progetto LIFEstockProtect ha condiviso le sue conoscenze e tecniche con i seguenti progetti LIFE che si concentrano su diverse specie di mammiferi:

LIFE BEAVER, coordinato dall’Istituto per la conservazione del patrimonio naturale (LUTRA), che si concentra sul castoro europeo. Il castoro si è estinto localmente da due secoli in Slovenia e in Croazia, e ora sta ricolonizzando i suoi antichi habitat In questi due paesi, il suo stato di conservazione è favorevole . Tuttavia, la sua lunga assenza in questi territori ha fatto sì che il castoro sia ormai considerato una “nuova” specie, e persino un parassita, con conflitti che nascono con l’aumento della popolazione. I partner del progetto mirano a migliorare la consapevolezza e la sensibilità al riguardo del ritorno della specie, sottolineando il suo impatto positivo sull’ambiente. Ciò garantirà l’accettazione della presenza del castoro da parte del pubblico e creerà atteggiamenti positivi nei confronti della specie. L’istituto rafforzerà, inoltre, la cooperazione transfrontaliera tra Slovenia e Croazia per lo scambio di buone pratiche e la gestione sincronizzata della popolazione.

LIFE BEARS WITH FUTURE, coordinato dalla Fundación Oso Pardo, si rivolge alla popolazione di orso bruno delle montagne della Cantabria, in costante aumento, con il cambiamento climatico che rappresenta una seria sfida per la sua conservazione, rendendo più difficile il letargo. Il progetto LIFE garantirà quindi che gli orsi dispongano di risorse sufficienti, piantando castagni e alberi e arbusti da frutto, nonché acquistando terreni e stringendo accordi con i proprietari terrieri per la loro coltivazione. Il progetto affronterà anche i conflitti che riguardano i periodi di svernamento più brevi, realizzando un’ampia campagna di informazione.

LIFE LYNXCONNECT, coordinato dalla Consulenza Andalusa per l’Agricoltura, l’Agricoltura, la Pesca e lo Sviluppo Sostenibile. Questo progetto si occupa della Linvce iberica (Lynx pardinus) che è elencata come “in pericolo” nella Lista Rossa dell’IUCN. La sua diversità genetica è tra le più basse segnalate per qualsiasi specie, e gli attuali tassi di migrazione naturale non sono sufficienti a garantire la vitalità della popolazione globale. LIFE LYNXCONNECT mira ad aumentare sia la dimensione complessiva della popolazione sia la connettività tra i nuclei di popolazione della lince iberica, per assicurare una popolazione complessiva vitale e rendere la specie “Vulnerabile” nella Lista Rossa della IUCN. Il team del progetto consoliderà quattro nuclei di popolazione esistenti e ne creerà due nuovi, introducendo individui allevati in cattività e creando dei trampolini di lancio di habitat favorevoli per incoraggiare il flusso genico tra di essi. Le azioni del progetto ridurranno anche la mortalità non naturale, rendendo più sicuri gli attraversamenti stradali, riparando le strutture agricole come i pollai e stipulando accordi tra proprietari terrieri, cacciatori e agricoltori per ridurre i conflitti uomo-animali.

LIFE SYSEL, coordinato dall’Associazione regionale per la conservazione della natura e lo sviluppo sostenibile, riguarda lo scoiattolo di terra europeo, detto anche citello. Un tempo comune nell’Europa centrale e orientale, la popolazione e l’habitat del citello è in declino. Il progetto LIFE affronterà questo declino, organizzando una gestione dei pascoli ottimale per fornire un habitat adatto alla specie e ricollegare suoi attuali areali frammentati e, quindi, aumentare la sua vitalità genetica. Affronterà anche la minaccia della predazione e della mancanza di cibo, installando scatole e mucchi di pietra e di legno come nascondigli e piantando, nel contempo, colture favorevoli alla specie. Incoraggerà, inoltre, a replicare tali attività oltre l’area di confine nord-occidentale del suo raggio d’azione.

Siamo molto grati al sostegno del programma LIFE nel mettere in pratica il progetto LIFEstockProtect. Non vediamo l’ora di condividere le nostre esperienze con altri progetti LIFE e, viceversa, di imparare da loro.

Rimani aggiornato con la nostra Newsletter!

Author

Rispondi

X
X
X
X
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: